5 Lug

I migliori tool gratuiti per fare social media marketing

social media marketing tool

Fare Social Media Marketing vuol dire parlare alla gente. Ma non solo. Identificare il Social Media Marketing esclusivamente come spingere contenuti verso i fan/follower è uno dei principali errori di chi muove i primi passi in questo settore.

Per raggiungere ottimi risultati devi organizzare una buona strategia social con la tua agenzia, e hai bisogno di una serie di strumenti per ottimizzare tutte le fasi del processo.

Fasi che non si limitano allo spingere contenuti verso chi ti segue, ma che abbracciano anche la misurazione dei risultati e l’ascolto delle conversazioni che si svolgono online. E che coinvolgono anche il tuo brand, il tuo nome o quello della tua azienda.

Naturalmente noi di Reputation Radar sappiamo che per avere un controllo totale delle social mention e una corretta percezione del sentiment online questi strumenti non bastano, e vanno supportati da software professionali abbastanza costosi, ma nonostante ciò vogliamo condividere con te un elenco dei tool gratuiti migliori.

Hootsuite

Perfetto per gli utenti pro ma anche per chi si affaccia per la prima volta nel mondo dei social. Con Hootsuite puoi facilmente organizzare le tue pubblicazioni, programmare post nel futuro, e soprattutto monitorare le conversazioni che riguardano brand e keyword che ti interessano.

social media tool

Con Hootsuite, infatti, si possono creare dei flussi di aggiornamenti (vedi immagine di seguito) con tutti i tweet che citano la tua azienda o quella di un tuo competitor, l’indirizzo del tuo sito web o determinate parole chiave. In questo modo è facile intercettare le conversazioni che ti riguardano ed entrare in contatti con nuovi clienti.

streaming social

Hashtag

Si nasconde un mondo dietro agli hashtag, quelle parole precedute da un #cancelletto e utilizzate per definire gli argomenti di un aggiornamento social. Un tempo erano solo per Twitter, poi sono stati introdotti anche su Google Plus e ora anche su Facebook.

Utilizzare un hashtag vuol dire dare una informazione in più all’utente, ma puoi usarlo anche in modo differente. Ovvero per ascoltare le conversazioni che animano i social, e registrare le discussioni che riguardano la tua azienda. In questo modo puoi intervenire con precisione chirurgica (occhio a non diventare spammoso o invadente).

 Linktally

Vuoi sapere tutto, ma proprio tutto di un link condiviso sui social? Questa app ti permette di conoscere il numero di like, retweet, condivisioni su Google Plus e altre piattaforme con un semplice click. Semplice e immediato.

Bitly

Uno strumento fondamentale. Se cerchi un tool per accorciare i tuoi link da inserire negli aggiornamenti de social, e per avere tutte le informazioni sui click ricevuti questo è il tool che fa al caso tuo.

Bitly ti permette anche di modificare l’url accorciata, e di usare una keyword al posto dell’insensata serie di numeri e lettere (a patto che non sia già stata usata da un altro utente).

Google Alert

Un altro strumento necessario per tenere sotto controllo le conversazioni che coinvolgono il tuo brand è Google Alert. Ovvero un sistema per ricevere degli avvisi email nel momento in cui viene pubblicata una pagina web con una determinata parola.

Una parola che tu scegli, ovviamente, così come scegli anche il tipo di aggiornamento che vuoi ricevere (news,immagini, web…). Un consiglio: usa Google Alert con parsimonia se non vuoi trasformare la tua casella email in un inferno.

Google Ricerca Blog

Ovvero una ricerca specifica nell’universo dei blogger. Con questo tool puoi scavare nelle profondità della blogosfera ed estromettere tutto ciò che non risponda ai criteri del blogging.

Perché utilizzare questi strumenti? Elencarli fa sempre comodo ma la domanda che devi porti è questa: perché inserirli nella barra dei preferiti? Perché impiegare tempo e risorse per sfruttarle le potenzialità?

La risposta è semplice: perché il mondo del social media marketing non è semplice profusione di contenuti. Prima di iniziare a condividere devi ascoltare ciò che dicono i tuoi clienti, solo in questo modo puoi costruire le basi per una Social media strategy vincente. Se punti solo sul monologo autoreferenziale, rischi di fallire su tutti i fronti.

Ascoltare prima di parlare: ti piace come principio?

Articoli correlati

Web Reputation: come misurare e migliorare le performance online del tuo brand?

Lascia un commento

I campi contrassegnati sono obbligatori *.