28 gen

Web Reputation: come misurare e migliorare le performance online del tuo brand?

social-media-analytics-tool

Per ottenere risultati soddisfacenti in ambito web reputation, occorre misurare citazioni, condivisioni e performance del proprio brand online. In questo articolo vengono presentati 3 tools che si rivelano adatti allo scopo.

Scopri cosa si dice del tuo brand con Mention

Mention è un ottimo tool per monitorare il web e i social media; è possibile configurare degli alert basati sulle parole chiave affinché il contenuto relativo a quelle keyword sia visualizzato tramite l’applicazione di Mention o inviato via email o sul tuo social.

Monitorando e tracciando delle parole chiave potrai trovare opportunità di business, stabilire relazione con nuovi utenti e rispondere velocemente in caso di situazioni dannose per la tua reputazione.

Esistono molti tool per il monitoraggio, ma spesso hanno delle limitazioni o sono molto costosi, Mention è una soluzione efficace ed è disponibile sia in versione free che Pro, inoltre ha un’interfaccia molto intuitiva che visualizza gli alert.

mention - social media analysis  tool

Le caratteristiche di Mention

Scopri cosa è possibile fare con questo tool in breve:

  • Configura gli alert per il tuo brand, ma anche per le parole chiave pertinenti e per i competitor, puoi tracciare le menzioni sui blog, i siti web, i social media e i forum. Puoi scegliere in che modalità visualizzarli, se tramite l’app, via mail o via social.
  • Puoi interagire direttamente con gli alert senza uscire dall’applicazione: ad esempio se un alert si riferisce a un post su un blog, puoi rispondere al post all’interno della stessa pagina, inoltre nel caso dei tweet viene mostrato non solo il testo, ma anche la biografia dell’utente in modo da sapere a chi stai rispondendo.
  • L’elenco delle menzioni segue una priorità, cercando di individuare gli avvisi più importanti. La priorità si basa sui siti che hanno maggior traffico e su quelli che citano direttamente il tuo nome. Una funzione molto utile per intervenire immediatamente.

Immagine 2 - mention priority

  • Condividi le mention positive sulla tua fanpage di Facebook e su Twitter.
  • È disponibile una versione mobile di Mention, così puoi monitorare il tuo brand anche in mobilità.
  • Esamina le statistiche di ogni singolo alert per comprendere l’andamento delle mention in un periodo determinato di tempo.

La versione free di Mention tiene traccia di un massimo di 500 menzioni al mese e fino a 3 alert differenti. Con la versione a pagamento da 19,99 $ al mese il limite è di 500.000 menzioni con alert illimitati, un prezzo competitivo per ciò che offre.

I vantaggi di Mention in breve

Grazie a Mention è più semplice monitorare le citazioni online che ti riguardano in tempo reale, gestire le eventuali criticità anche assegnando dei compiti agli altri membri del tuo team ed avere una panoramica completa di qual è il sentiment relativo alla tua azienda, poiché le fonti analizzate da Mention includono i social, i siti e i blog.

Ottieni il massimo dalla tua fanpage con LikeAlyzer

LikeAlyzer è un tool gratuito che analizza la tua fanpage su Facebook e fornisce suggerimenti per migliorarne l’efficacia. Gli analytics integrati in Facebook per gestire una fanpage possono essere molto utili, ma al tempo stesso possono generare confusione.

LikeAlyzer è semplice da usare, vediamo nel dettaglio come funziona:

  • La fanpage è valutata in base a come performa rispetto alle altre pagine. Ad ogni pagina analizzata viene attribuito un punteggio da 0 a 100.
  • LikeAlyzer visualizza in un’unica schermata del report i suggerimenti per utilizzare al meglio la fanpage e le aree in cui intervenire per correggere gli errori.
  • Puoi scoprire i dettagli delle fanpage che performano meglio, così è possibile imparare come raggiungere un punteggio più alto.

Il vantaggio maggiore è che non è necessaria la registrazione né la configurazione, basta inserire il nome della tua fanpage e viene prodotto un report online. Questo report, però, non è privato, bensì visibile anche agli altri utenti.

Come avere una Fanpage di successo?

Prendiamo in esame una fanpage che ha conseguito su LikeAlyzer 98 punti su 100, VMS 4 x 4, così puoi avere un’idea più precisa di cosa è necessario fare per avere più fan e comunicare in maniera semplice e immediata con i potenziali clienti su Facebook.

Likealyzer - facebook fan page analytics tool

La fanpage di VMS 4 x 4 ha molti post dagli utenti, un segnale che è una community molto attiva; segue con attenzione gli aggiornamenti di Facebook, infatti ha chiesto ai propri fan di aggiungere la pagina alla loro lista di interessi, in modo da apparire più frequentemente nella bacheca degli utenti; gli amministratori della fanpage fanno periodicamente domande ai fan mostrando la propria personalità.

Ad esempio in un post hanno chiesto ai fan come trascorreranno il weekend, inoltre sulla fanpage ci sono spesso testi interessanti e foto emozionanti, fondamentali per stimolare l’engagment.

Immagine 4 - Likealyzer case study

Tramite LikeAlyzer puoi ottenere consigli pratici e riuscire a migliorare i risultati della tua fanpage su Facebook, oppure controllare le pagine dei competitor per avere qualche idea in più.

Quanti fan leggono gli aggiornamenti delle fanpage?

In media si stima che solo il 16% dei fan vede gli update su una fanpage aziendale, per questo è indispensabile incrementare le interazioni e analizzare costantemente i risultati della tua fanpage. Con questo tool gratuito è più semplice verificare se ci sono delle carenze e dove intervenire per stabilire un dialogo autentico con i fan.

Surclassa i competitor con Social Crawlytics

Social Crawlytics è uno strumento gratuito che analizza la popolarità del contenuto su un sito. È molto utile per stimare le performance dei tuoi concorrenti, grazie ai dati dettagliati sulla condivisione dei contenuti.

Immagine 5 - Social Crawlytics

Per mezzo di queste informazioni, che riportano quali contenuti ottengono maggiore gradimento e condivisioni, potrai decidere quali articoli realizzare per il tuo sito.

È altrettanto determinante sapere cosa non è popolare tra gli utenti che fanno parte del tuo target.

Come funziona Social Crawlytics

Questo tool mostra quali contenuti del sito di un concorrente hanno ottenuto più condivisioni sui social media e anche quali autori di un blog ricevono più gradimento. Questa funzione è attiva solo se il sito in oggetto ha implementato i tag Author di Google.

Puoi configurare un report che ti invierà automaticamente i dati aggiornati su un sito con la frequenza che preferisci.

Social Crawlytics report - tool per monitorare i contenuti più condivisi sui social media

Nello specifico Social Crawlytics analizza Google+, Twitter, Facebook, StumbleUpon, Pinterest, LinkedIn e Delicious. Per ogni post di un sito web il report segnala il numero di condivisioni complessive e quale social ha dato risultati migliori.

In base a questi dati puoi sapere non solo quali contenuti funzionano di più per i tuoi utenti, ma anche quali canali sono più adeguati per promuovere una certa tipologia di post.

Da questi report si evince che per diventare competitivi è necessario fornire qualcosa di utile agli utenti, possibilmente in una forma diversa da quella scelta dalle aziende concorrenti (per esempio realizzando un’infografica), che può ottenere risultati ancora migliori in termini di popolarità.

Social Crawlytics, inoltre, può essere usato anche per analizzare il proprio sito, per scovare i contenuti che generano pochi share e puntare su ciò che è più efficace, evitando di perdere tempo con post e argomenti inutili.
Infine, se hai pensato al guest blogging, cioè alla possibilità di ospitare altri blogger sul tuo sito, analizzando i siti dei competitor saprai chi sono i guest blogger più famosi.

In conclusione

I 3 tool consigliati consentono di sviluppare strategie vincenti sui social media, lavorando su più fronti senza perdere di vista la qualità, l’autorevolezza e l’attenzione verso gli utenti: seguendo questa strada sarà più facile avere sotto controllo la reputazione del tuo brand e non trovarsi impreparati in caso di feedback negativi.

Liberamente adattato da: Social Media Examiner

Lascia un Commento

I campi contrassegnati sono obbligatori *.